E DOPO IL TRENO, NON POTEVA MANCARE IL SUPERMERCATO: NUOVE RISORSE AFRICANE TERRORIZZANO IL VENETO

loading...

Gli stessi nordafricani che hanno preso in ostaggio il convoglio hanno rubato in un market e minacciato la commessa

 Circolano a piede libero viaggiando nell’impunità. E senza alcuno scrupoli continuano a minacciare le persone e a compiere reati in giro per il Veneto.

 La banda di nordafricani che per due volte ha preso in ostaggio il treno Venezia-Bassano del Grappa ha fatto razzia di bottiglie al supermercato Maxì di Borgo Padova, minacciando un’impiegata e rubando alcolici. Lo stesso supermercato che avevano rapinato prima di compiere il primo raid nel convoglio. (Clicca qui per guardare le immagini).A riconoscerli, come racconta La Tribuna di Treviso, è stato il titolare del negozio che aveva visto le loro facce in televisione dopo le aggressioni in treno all’altezza della stazione di Godego.

“Erano visibilmente alterati, forse ubriachi o qualcos’altro, uno in particolare. Quando si sono trovati la commessa alle calcagna, le hanno intimato di andarsene e farsi i fatti suoi. Dopo che mi hanno segnalato la loro presenza, sono intervenuto io, facendo loro presente che non era proprio il caso di andare avanti, visto che le telecamere avrebbero ripreso tutto”, ha raccontato il titolare. Nonostante le telecamere di videosorveglianza abbiano ripreso tutti, i nordafricani sono ancora liberi.

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *